Befana 2008

Nell’importante Consiglio di Amministrazione dell’Università di Firenze tenutosi il 14 dicembre 2007 (dedicato essenzialmente all’approvazione del bilancio preventivo 2008 e pluriennale di Ateneo e dei 4 Poli) è stata approvata “l’assegnazione all’ISU di locale al piano 4º dell’immobile di via Cavour, 82 - Firenze”, come si può leggere al punto 9 dell’o.d.g.

Non abbiamo notizie precise e non sappiamo ancora quale ufficio di via Cavour dovrà far posto all’ISU (Istituto di Studi Umanistici), dato che tutto il 4° piano è attualmente occupato. Ci resta un dubbio: è l’ennesimo privilegio accordato all’ISU oppure è (finalmente!) il segnale di un’inversione di tendenza, che esprime la volontà d’istituire rapporti per lo meno paritari tra SUM e Ateneo fiorentino?

Non possiamo non ricordare la pioggia d’incredibili favori (dai finanziamenti alle strutture logistiche) di cui godono il SUM e la casta di mandarini accademici che vi impera. Lo stesso Comune di Firenze ha istituito un rapporto privilegiato col SUM, favorendolo rispetto alle altre istituzioni della città, per esempio con la concessione di alcuni locali da adibire a residenza per i dottorandi: vedi l’articolo “Alloggi al SUM” del 25 novembre 2007, in www.ateneofuturo.it .

D’altro canto dobbiamo anche registrare un piccolo successo. No, non vogliamo parlare della raffica di avvisi di garanzia inviati dalla magistratura ad alcuni dei suddetti mandarini, ma del fatto che lo stesso Nucleo di Valutazione dell’Ateneo fiorentino ha rilevato la necessità di una revisione del regolamento dell’ISU (cfr. l’articolo “Nucleo di valutazione e dottorati SUM” del 4 dicembre 2007, in www.ateneofuturo.it ).

Che cosa ci porterà allora la Befana del 2008? Sacchi di carbone perché siamo stati cattivi strateghi e non siamo riusciti a bloccare tante nefaste iniziative, o qualche consolante sorpresa? Speriamo bene…

Firenze, 4 gennaio 2008

 

Ireneo Galizia