SEMPRE PIÙ GIÙ

 

Gli articoli che seguono,  apparsi sul “Sole24 ore” (il primo il 21.02.08, il secondo e il terzo il  25.02.08), mettono in evidenza - se mai ce ne fosse bisogno - lo stato di marasma in cui versa ormai l’università italiana, complice una classe politica ottusa e inadeguata. Non si riesce a uscire dal pantano delle logiche clientelari e antimeritocratiche; non si riesce a capire che stiamo perdendo le ultime opportunità per rimetterci in carreggiata, per poter competere alla pari con le nazioni più progredite nel campo dell’istruzione e della ricerca scientifica. Le vecchie lobbies retrograde, assistenziali e talvolta paramafiose hanno regolarmente il sopravvento. Bene: continuiamo così, facciamoci del male, rinunciamo al futuro e prepariamoci a sprofondare nel quarto mondo.