Spot e realtà

 

 

Cara prof. Lazzerini,

ebbene sì, sono ancora vivo, anche se i suoi affezionati e internazionali cliccatori (so che ateneopulito è ormai diffuso nell’universo mondo, dalla California al Canada, dalla Germania all’Australia) avranno forse pensato che fossi scomparso, risucchiato nel buio e nel silenzio della disperazione.

Dunque, sono vivo e vegeto, e leggo su " La Nazione " di mercoledì 6 giugno 2007 un’intervista di Elettra Gullè alla Preside di Lettere e Filosofia, prof. Franca Pecchioli, che mi lascia basito.

 

1) Alla giornalista la Preside esalta alcuni corsi della Facoltà di Lettere e Filosofia che, a suo dire, avrebbero conseguito "ottimi risultati": tra questi, Cultura e stilismo della moda. In realtà non sembra che lì tutto funzioni a meraviglia.

2) La Preside decanta soddisfatta "l'offerta formativa" della Facoltà (14 lauree triennali e 26 specialistiche). Ma non è stato proprio il dilagare incontrollato dei corsi, con l'aumento dei contratti, delle chiamate di idoneità, dei trasferimenti, a determinare il disastro economico dell'ateneo fiorentino? E non è nella direzione della potatura che si sta muovendo il Miur?

3) Alla giornalista che chiedeva notizie sul piano edilizio la Preside risponde che "il piano di riordino delle facoltà del centro storico però esiste". Sembra quasi un’excusatio non petita. In effetti è stato espletato un concorso per le idee, riguardante proprio la sistemazione di piazza Brunelleschi, ma nulla di più. Il problema è che dal concorso delle idee non si riesce a passare al progetto pratico, e, come dice un saggio proverbio, di buone intenzioni è lastricato l’inferno.

E ancora: ignora forse, la Preside di Lettere e Filosofia, che la Regione Toscana non ha accettato di rimborsare le spese per alcuni corsi professionalizzanti del 2001-2002 e 2002-2003 (in quanto la documentazione non era corretta e soprattutto le spese non erano pertinenti), con la conseguenza di aumentare il disavanzo del già terrificante bilancio? Eppure in quegli anni Ella ricopriva la carica di vicepreside!

So bene, cara prof. Lazzerini, che Lei queste cose le conosce quanto me. Ma bisogna pur aiutare chi non ha accesso all’informazione, e in primo luogo i nostri studenti, a distinguere tra gli spot elettorali (a settembre Lettere e Filosofia voterà per l’elezione del Preside) e la cruda realtà.

 Con i più cordiali saluti,

                         Ireneo Galizia

 Firenze, 6 giugno 2007