Ateneopulito ha pubblicato più volte proteste e sfoghi di docenti dell’ateneo fiorentino contro un andazzo che molti ritengono insostenibile. Per ragioni facili da capire, la voce degli studenti non si fa sentire altrettanto spesso. Eppure qualcuno, di tanto in tanto, ci scrive per segnalare ingiustizie, degrado e storture. Questa è la lettera (del 20.4.09) di una studentessa del corso di laurea in Lingue, A. B. (ma lei si firma per intero):

La beffa finale

Dopo tre anni di Lingue e letterature straniere si avvicina il fatidico giorno della tesi di laurea. Dopo tre anni passati a spergiurare (mentendo) a conoscenti di altre facoltà che "noi di lingue a Brunelleschi non ci siamo quasi mai, sempre a Santa Reparata!" onde non essere associati a quell'immagine di degrado e nullafacenza universitaria, si avvicina il fatidico appello delle tesi di luglio.

Dopo tre anni passati a schivare corsi a scelta dello studente che non c'entrano nulla con le lingue e le letterature straniere, tre anni di sovrapposizioni di orario talmente puntuali da sembrare studiate a tavolino, e corse da una sede all'altra che parevano allenamenti per la maratona di New York, finalmente la meta è vicina. Dopo tre anni di questa nostrana odissea, chiunque si aspetterebbe di prendere un po’ fiato in prossimità della laurea... e invece arriva la beffa finale! Tralasciamo la raccolta-punti di firme e timbri da apporre sulle scartoffie necessarie per presentare la domanda di laurea, tralasciamo la disorganizzazione selvaggia della segreteria anche in questa occasione, tralasciamo pure il fatto che una tesina di 30 pagine circa (e invito del relatore a non sforare tale limite) merita, come previsto tra l'altro dalla nuovissima riforma ex 270, solo di essere abolita.

Ma non si può tralasciare il fatto che uno/a studente/ssa che, secondo le statistiche quasi miracolosamente, si laurea nei tre anni previsti di corso con una media di 28,2 (riportata in centodecimi, 103,4) possa matematicamente aspettarsi un punteggio di laurea massimo di 107/110 o un più probabile 106/110; mentre la vicina Facoltà di Lingue di Arezzo (sede distaccata di Siena) sforna 110 dopo 110. Perché da noi a Lingue (non parlo del resto della Facoltà perché non ne ho conoscenza diretta) quelle 30 pagine di tesina valgono 8 cfu ma massimo 4 punti nel punteggio finale di laurea! Perché da noi a Lingue 5 lodi non contano niente a parte la mera soddisfazione personale. Perché da noi a Lingue, il fatto di laurearti nei tre anni previsti di corso non dà punti aggiuntivi. Perché, a quanto pare, da noi a Lingue una media di 28,2 è considerata bassa (nonostante le statistiche inerenti la nostra Facoltà la considerino quasi miracolosa da ottenere, soprattutto in tre anni).

Per fortuna mi rimane almeno la speranza di potermi consolare con un punteggio migliore quando prenderò la laurea specialistica. Ovviamente, non nell’università di Firenze!